CEI 0-16 SECONDA EDIZIONE PDF

13 0 16 November, #picoftheday #blackandwhite #mouse Ah, in questa seconda edizione ci siamo anche noi! Sì hai capito bene, segui le puntate per. Prima edizione Aprile Restart time less than 0,5 seconds. 0, 0,89 . 0, HIT. ° K. 0, 0, 0, 0, 0, HIT. ° K. 0,05 . manufactured according to safety standard CEI -EN – Particular Requirements. Questa edizione ha riscosso il plauso di tutti i professionisti ed .. URKIOLA, cavalcato da Alfonso de los Santos, terminava in seconda posizione e Carlota Cruz giungeva terza con il suo ABHA-KALAHARI. A vincere la competizione più difficile, la CEI 2* su km, sono stati G1 19,5 19,5 18,0 16,0 19,0 92,0.

Author: Sak Shaktikree
Country: Lithuania
Language: English (Spanish)
Genre: Technology
Published (Last): 28 May 2004
Pages: 430
PDF File Size: 15.79 Mb
ePub File Size: 11.5 Mb
ISBN: 858-3-70989-692-7
Downloads: 76169
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Zulutilar

Vedi ultima pagina della Norma.

There 0-61 all kinds of Kojak with a Kodak. Il valore della corrente di guasto doppio monofase a terra deve essere calcolato secondo quanto prescritto dalla Norma CEI ENsulla base della corrente trifase massima di cortocircuito di dimensionamento delle apparecchiature. Come stabilito in D.

Regole Tecniche Connessione AT e MT CEI 0-16

Caratteristiche della rete lim itrofa. Ai fini della presente Norma si applicano le seguenti definizioni.

Le prove da effettuare sul dispositivo si dividono in: Tolto il riferimento ai soli utenti passivi Paragr. Lo sganciatore di apertura deve essere asservito ad adeguate protezioni, conformi a quanto stabilito al successivo paragrafo.

A seconda delle soluzioni adottate, si devono effettuare anche le verifiche ed eventualmente le prove contenute nei paragrafi D. Non devono essere considerate, pertanto, situazioni non permanenti, ad es. Limiti inferiori possono essere definiti dal Distributore nel caso di strutture particolari della rete MT esistente. Le caratteristiche del SPG sono: La corrente secondaria, curva verde in Fig. Le Norme CEI sono revi si onate, quando necessari o, con l a pubbl i cazi one si a di nuove edi zi oni si a di varianti.

Lo schema ridotto ha un costo inferiore rispetto a quello normale. L [m] I pn 12,5 31,5 0, 20 5 5 6,0 6,0 0, 1 1, ,71 0, 1 1, ,37 0, 1 1, 95,68 0, 1 1, 85,87 0, 1 1, 60,74 0, 1 1, 54,55 0, 1 1, 50,50 0, 1 1, 31,76 16,47 19,85 19,14 21,47 18,22 21,82 25,25 19,06 Durata del cortocircuito t [s] 9 2 Energia specifica di cort circuito trasferita sul secondario del TA I t cc [A2s] 10 0,50 Per consentire la circolazione della corrente omopolare, tali trasformatori dovranno avere un avvolgimento a triangolo.

  ENAMORAMENTO E AMOR PDF

Le aperture esistenti nel locale di consegna porte e finestre di aerazione devono comunicare solo con spazi a cielo libero e garantire una sufficiente ventilazione naturale.

I locali di consegna e di misura devono avere caratteristiche statiche e meccaniche adeguate alle sollecitazioni dovute al montaggio degli impianti interni e devono corrispondere alle seguenti tipologie: L’elenco degli eventi registrati deve essere esportato in un formato testo con la seguente sintassi: Le funzioni di protezione associate al DG sono dettagliate nel paragrafo seguente.

Qualora la protezione di massima corrente sia basata su correnti secondarie fornite da TA lineari od assimilabili, quindi conformi a quanto indicato in D. Per Utenti con profili di assorbimento diversi o con potenza disponibile superiore a quella massima indicata in tabella, si deve procedere con analisi caso per caso. Naturalmente, le caratteristiche dei TA devono essere accertate con riferimento al carico costituito dalla protezione e dai relativi cavi di collegamento.

Tipicamente, il Distributore non installa alcun dispositivo di protezione presso gli Utenti. Aggiunta una frase in fondo alla descrizione della protezione.

Regole Tecniche Connessione AT e MT CEI |

Tale valore deve essere calcolato secondo la Norma CEI ENnel funzionamento della rete in condizioni normali, con minima generazione sulla rete MT e corrente di cortocircuito minima di esercizio sulla rete AT.

Specifici accordi verranno presi tra le parti. In ogni caso i TA devono possedere le seguenti caratteristiche: Per i singoli punti di consegna AT, il Distributore deve indicare il valore medio della tensione tensione dichiarata e del relativo campo di variazione, sulla base dei valori rilevati in condizioni normali di funzionamento della Rete, tenendo eventualmente conto degli sviluppi di rete programmati.

  DARVINOVE NAGRADE PDF

In generale, le operazioni in occasione della messa in sicurezza del cavo di collegamento sono condotte da ciascuno Utente e Distributore per la parte di propria competenza. Qualora sia prevista una protezione di massima tensione omopolare, essa deve avere in ingresso la tensione omopolare MT ricavata da una terna di TV collegati tra le fasi MT e la terra con un secondario dedicato allo scopo. Sono indicate le seguenti caratteristiche tipiche: Qualora la protezione di massima corrente sia basata su correnti secondarie fornite da TO automaticamente idonei, quindi conformi a quanto indicato in D.

La protezione deve essere insensibile a transitori di frequenza, dovuti ad esempio a variazioni significative di carico, di durata minore o uguale a 40 ms. La precisione nella misura del tempo deve essere inferiore o pari a 1 ms. Be sure to follow us to stay up-to-date on all the latest news with Continental! Il tempo di eliminazione della corrente di guasto a terra deve essere calcolato secondo quanto prescritto dalla Norma CEI Sono invece previste le prove funzionali di seguito riportate.

I disturbi massimi che possono essere immessi nella rete possono essere fissati dal Distributore tenendo conto dei margini disponibili nella zona di rete interessata e riguardano: Tali TV possono essere utilizzati con una qualsiasi PG che abbia superato le prove funzionali con TV automaticamente idonei a patto che la PG utilizzi i TO con cui sono state superate le prove. Le prove da effettuare sono riportate di seguito.

I TV indicati con la lettera B sono necessari solo se gli interruttori indicati con C sono di parallelo; 3. Nel funzionamento di porzioni di rete MT in isola intenzionale il Distributore, in veste di coordinatore, e i succitati titolari di impianti di produzione devono: